• TSU mutuo tasso fisso: 7,1875% - tasso variabile: 6,8500%
  • TSU leasing immobiliare tasso fisso: 8,6000% - tasso variabile:7,8875%
  • TSU aperture di credito oltre 5.000: 14,6750%
  • TSU anticipi e sconti oltre 200.000: 7,9500%
  • TSU scoperti oltre 1.500: 22,2125%
  • Tasso BCE 0,00%
  • Tasso legale dal 01/01/2018: 0,3%

RASSEGNA STAMPA


Nessuna criticità sul leasing stipulato da Lif con BNP Paribas

Tasso interno di rendimento e "mora" sotto la soglia di usura
Plus24 - 07/03/2015

Nessuna criticità nel contratto di leasing stipulato nel 2008 da Lif Spa con Bnp Paribas Lease Group Spa (oggi Bnp Paribas Leasing Solutions Spa). Questo il risultato dell’analisi matematico-finanziaria eseguita da Alma Iura, centro per la formazione e gli studi giuridici, bancari e finanziari di Verona sul contratto inviato dal lettore di «Plus24». Ma analizziamo meglio i dettagli del contratto.

Il 24 giugno 2008 l’azienda friulana di escavazioni (società con sede in provincia di Udine della quale ci siamo occupati su «Plus24» di sabato 28 febbraio per un altro leasing stipulato con un altro intermediario) ha stipulato con Bnp Paribas Lease Group un contratto di locazione finanziaria (con inizio di ammortamento il 27 giugno 2008) per l’acquisto di un escavatore cingolato e di un martello demolitore del valore di 638mila euro più Iva. Il leasing prevedeva la restituzione dell’importo complessivo di 739mila e 500 euro per mezzo di un maxicanone iniziale di 12.325 euro, 59 canoni mensili anticipati e fissi del medesimo importo e una opzione di riscatto dell’1% del valore d’acquisto (cioè 6.380 euro), il tutto oltre Iva. La società di leasing ha dichiarato in contratto, anche ai fini della normativa sulla trasparenza, un tasso leasing del 6,732% nominale annuo convertibile mensilmente.

Il Tasso interno di rendimento (Tir, cioè il tasso che tiene conto degli interessi e delle spese collegate al finanziamento) calcolato dal centro studi Alma Iura è pari al 6,9186% ed è quindi inferiore al Tasso soglia d’usura (Tsu) del periodo (10,65%) previsto per la categoria dei leasing di valore superiore a 50mila euro. Addirittura, fanno osservare da Alma Iura, il tasso è inferiore al tasso medio di mercato (Tegm), pari al 7,1 per cento. 

Il contratto prevede poi un tasso di mora (la penale che il cliente deve pagare in caso di ritardo nel pagamento dei canoni del leasing) pari al tasso legale (all’epoca del 3%) maggiorato di 5 punti percentuali, ovverosia del 8%, anch’esso sensibilmente inferiore alla soglia d’usura del 10,65% e di poco superiore al tasso medio. Insomma un buon contratto che non evidenzia alcun problema.