• TSU scoperti oltre 1.500: 23,1750%
  • TSU mutuo tasso fisso: 6,8375% - tasso variabile: 6,9250%
  • TSU leasing immobiliare tasso fisso: 8,8500% - tasso variabile: 7,8250%
  • TSU aperture di credito oltre 5.000: 14,4375%
  • TSU anticipi e sconti oltre 200.000: 7,7750%
  • Tasso legale dal 01/01/2020: 0,05%
  • Tasso BCE 0,00%

COMUNICATI STAMPA



Rapporto banca/impresa: per migliorare la gestione del credito nasce CentraRiskonline

La riduzione dell’asimmetria informativa tra i due interlocutori passa obbligatoriamente da una facile lettura della Centrale dei Rischi di Banca d’Italia da parte dell’azienda e del professionista

18/10/2016


Verona – Pisa – Mantova, Ottobre 2016 – Entreranno in vigore a Gennaio 2017 le norme contenute nel 15° aggiornamento della Circolare n. 139/1991 di Banca d’Italia intitolato “Centrale dei Rischi - Istruzioni per gli intermediari creditizi”. L’aggiornamento annuncia semplificazioni e precisazioni rispetto alle precedenti versioni, oltre ad importanti novità circa l’utilizzo delle informazioni raccolte dalla CR da parte delle autorità competenti degli altri Stati membri dell’Unione Europea e degli Stati extracomunitari.

In attesa che tali disposizioni diventino effettive, il Dipartimento di Matematica del Centro Studi Alma Iura ha ideato e implementato CentraRiskonline™ (www.centrarisk.it), il software online per la rielaborazione della Centrale dei Rischi di Banca d’Italia, costantemente aggiornato in base alle ultime novità normative e certificato nel workflow dall’Istituto di Scienza e Tecnologie dell’Informazione “A. Faedo” (ISTI) del CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche).

 

“In un momento storico nel quale è indispensabile la creazione di un dialogo costruttivo tra banca e azienda al fine di rendere più agevole l’accesso al credito da parte di quest’ultima, parlare una lingua comune è necessario – sottolinea Massimo Rossi, commercialista e membro del Comitato scientifico di Alma Iura. -  L’analisi della Centrale dei Rischi di Banca d’Italia, la cui importanza è troppo spesso sottovalutata da imprenditori, direttori amministrativi e professionisti, è invece uno degli strumenti fondamentali proprio per ridurre l’asimmetria informativa, ovverosia quel divario di conoscenze che troppo spesso allontana i due interlocutori”.

 

Il software CentraRiskonline, in modo rapido e intuitivo, analizza l'indebitamento e la struttura finanziaria di ogni singolo soggetto al fine di individuare eventuali stati di tensione e di consentirne il miglioramento attraverso una gestione attiva e un costante monitoraggio. Esso è quindi essenziale per leggere ed utilizzare in forma dinamica e costruttiva i dati statici contenuti nella Centrale dei Rischi per migliorare la distribuzione degli affidamenti, ottimizzare il loro utilizzo e correggere eventuali disequilibri dell'indebitamento finanziario. In pochi passaggi CentraRiskonline restituisce automaticamente la rielaborazione traducendo un documento ufficiale, che può arrivare a contare centinaia di pagine, in un report chiaro, semplice e completo, dotato di grafici interattivi, cruscotti riepilogativi e intuitivi, tabelle e report personalizzabili.

 

La validità dell’analisi della Centrale dei Rischi di Banca d’Italia da parte dell’azienda è confermata anche da Apindustria Mantova, che dal 2013 propone ai propri associati il servizio, dapprima gestito manualmente dagli analisti del Dipartimento di Matematica di Alma Iura e oggi diventato un software online: “È fondamentale per le aziende riuscire a gestire velocemente e senza indugi l’analisi della propria Centrale Rischi – dichiara Giovanni Acerbi, direttore di Apindustria Mantova – siamo abituati al fatto che oggi i tempi dell’ottenimento delle informazioni debbano essere sempre più veloci anche per consentire agli imprenditori una valutazione efficace della propria situazione aziendale. Il software CentraRiskonline risponde proprio a queste esigenze”.

 

Per realizzare il progetto con un approccio scientifico, rigoroso e completo, garantito dal lavoro di analisti quantitativi, il Dipartimento di Matematica di Alma Iura diretto dalla dott.ssa Maddalena Mandarà ha voluto seguire una severa procedura imposta dall’ISTI (Istituto di Scienza e Tecnologie dell’Informazione A. Faedo) del CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche): “La certificazione è fondamentale per avere processi trasparenti e strumenti affidabili in tutti gli ambiti - dichiara il responsabile del System & Software Evaluation Center dell’ISTI dott. Giuseppe Lami - Il metodo adottato per la certificazione del sistema CentraRiskonline è basto su una modellazione formale delle funzionalità del sistema, seguita da una verifica, effettuata su dati reali raccolti durante il suo funzionamento, della conformità funzionale rispetto al modello. Si tratta certamente di una felice esperienza di collaborazione fra ricerca e mondo delle imprese.”